Piante Magiche

Piante Magiche

Chiamate anche Piante Medicina o Piante Maestre
sono di fatto Alleati di Potere
tramite i quali si può accedere a diversi stati di Coscienza.

Queste Piante
– come anche alcune Pietre
da sempre vengono usate
dagli Sciamani e Stregoni di tutto il mondo
in quello che viene comunemente chiamato
Viaggio Sciamanico.

Il loro utilizzo è infatti solitamente circoscritto alla sacralità
ed accompagnato da una certa ritualità.

Cosa stai cercando?

Qualunque cosa sia
solamente una cosa ti sarà richiesta
per Lavorare con Loro:

CORAGGIO

Ti senti pronto?

Le Piante Magiche lavorano a tutti i livelli:
sul Corpo Fisico e su quello Emotivo,
sul Corpo Mentale e su quello Spirituale,
in diversi modi e proporzioni.

Ognuna di Esse determina una particolare Esperienza
anche se di base tutte lavorano su tre aspetti fondamentali:

Alterazione dello stato di Coscienza
Profonda introspezione

Perdita di controllo

La prima caratteristica è quella più ricercata
poichè conduce alle famose visioni
le quali non sono però lo scopo
ma il mezzo
per ottenere Conoscenza
la quale può essere poi trasformata in Potere.

La seconda caratteristica è quella più importante:
solo tramite l’introspezione è infatti attuabile
tutta quella gamma di cambiamenti interiori
che portano a nuovi inizi.

La terza invece è quella che più spaventa
poichè il controllo è un problema di tutti:

ciò che cambia è soltanto il grado.

Ci si sente così al sicuro dentro i propri limiti
che lasciarsi andare
– rischiando di migliorare la propria vita –
sembra invece essere l’ultima cosa desiderabile.
Eppure come ben capirai
ciò non ha alcun senso.

Le Piante Magiche abbattono ogni limite:
di pensiero, di azione e di Coscienza

La risultanza è solitamente una rinnovata gioia di vivere
la sensazione più condivisa alla fine di un Rituale con Esse:
una Connessione alla Natura, al Cosmo, al prossimo e alla Vita stessa
vissute con un’intensità tale
che difficilmente
si può provare in altre condizioni.

Le Tre Paure

Quasi tutte le persone che non conoscono le Piante Magiche
le temono prevalentemente per tre motivi:

– la paura di perdere il controllo su di sè
– il timore di dover mettere in discussione le proprie certezze
– la paura della dipendenza

Ora, assodato che le prime due sono comprensibili
– ma non giustificabili –
resta solo da chiarire la terza paura.

Esistono al mondo due soli tipi di dipendenze:
quella fisica e quella psicologica.

La prima riguarda il corpo e certe sostanze
che provocano chimicamente una sensazione di necessità,
come ad esempio la Nicotina presente nel Tabacco.
Ma nessuna Pianta Magica
provoca dipendenza fisica.

La seconda è invece dettata unicamente dall’individuo
ed è a mi avviso la più pericolosa.
Essa nasce da due condizioni:

1. Quando alterare la propria Coscienza
è frutto di una fuga dalla realtà della propria vita
2. Quando si cerca con ossessione
la risposta ad un “Oltre” che, purtroppo, non potrà mai arrivare

Nel primo caso la dipendenza è quasi sempre dovuta alla sofferenza:
essa fa scattare un meccanimo subconscio
per il quale si ricerca un benessere momentaneo,
una “pausa” da ciò che provoca continuamente malessere.

Anche questo meccanismo è comprensibile
ma ancor meno giustificabile degli altri:
non è scappando che puoi risolvere i tuoi problemi.

La vita è dura per tutti,
e per ognuno a suo modo:
con la giusta Guida
le Piante Magiche diventano invece
uno strumento per elevare la propria Coscienza
e cominciare a prendersi quelle Responsabilità
che fanno di noi Uomini e Donne.

Le Piante Magiche e la Morte

Nel caso della seconda forma di dipendenza
– più inconscia e radicata nell’essere umano –
questa ricerca senza sosta di Risposte
affonda sempre le radici
– che lo si riconosca o meno –

nella Paura di Morire.

Da sempre infatti l’Uomo cerca
una soluzione a questo dramma esistenziale,
ma purtroppo la Morte resta ancora oggi
il più grande Mistero della Vita.

I commenti sono chiusi.