Il Mago

Il Mago

Il Mago

<“Urmahag” – Antica Arte Melariana>

Un Mago è un equilibrista
che cammina sul sottile filo
che separa la Magia dalla Follìa

Un Mago è un essere sovrumano
paragonabile a quello che in gergo comune
si definirebbe un “dio”.

Un Mago in effetti può tutto:
Tutto ciò che veramente Vuole.

Quasi nessuno può dire con certezza assoluta
se esistono ancora Maghi sulla Terra,
ma nessuno può nemmeno escluderlo a priori
poichè essi si confondono tra la gente comune
facendo perdere le loro tracce.

A questi individui si possono attribuire molte e mirabili Virtù
ma di fatto un Mago è semplicemente colui
che continuamente forgia
il Destino del suo Mondo.

Egli può utilizzare molti strumenti
oppure può non utilizzarne alcuno
poichè Lui è il Centro
e in Lui giacciono tutti i Poteri immaginabili.

Come si diventa Maghi?

Innanzitutto lavorando costantemente
sul risveglio della propria Coscienza.
Questo vuol dire scovare ed abbandonare
tutte le proprie illusioni, paure e speranze
circa una qualche sorta di possibile futuro:
un Mago vive unicamente nel Momento Presente.

Secondariamente lavorando sulla percezione
– e quindi in seguito sulla manipolazione –
delle cosiddette “energie sottili” (Etere)
vero motore della Creazione della Realtà.

Etimologia impossibile

Questo modo di fare etimologia non ha alcun senso canonico,
eppure ha il suo senso.
In giapponese i termini MA e GO indicano rispettivamente:
uno spazio vuoto tra due Elementi
e un gioco per due Giocatori.

Che la tua Coscienza faccia i dovuti Lavori.

I commenti sono chiusi.