Occhio di Tigre

Occhio di Tigre

Proprietà dell’Occhio di Tigre in Cristalloterapia

L’Occhio di Tigre è una varietà di Quarzo con striature dovute a inclusioni aghiformi e parallele di Crocidolite, responsabili del particolare effetto ottico detto “gatteggiamento“, il quale dà l’impressione di osservare la pupilla di un occhio.

E’ una pietra legata all’Elemento Fuoco, pertanto agisce sulla sfera dell’energia e dell’azione (coraggio, forza di volontà, determinazione).
Sempre per questa sua caratteristica è considerata una pietra protettrice e portafortuna, forse per il suo colore che ricorda l’oro. E’ infatti una pietra che dona abbondanza in ogni sfera della vita.
Ricorda però che nessuna pietra lavorerà al posto tuo: la volontà personale di cambiamento è sempre un elemento fondamentale!

Se vuoi approfondire la Cristalloterapia
iscriviti al mio CORSO con lezioni private!

Caratteristiche

Composizione: Ossido di Silicio e Ferro
Famiglia: Quarzi (Ossidi)
Processo litogenetico: Metamorfico
Sistema cristallino: Trigonale
Colore: Giallo dorato con riflessi di “gatteggiamento
Chakra: 3° (Manipura)
Elemento: Fuoco
Divinità associate: Sekhmet, Cerere, Demetra, Lakshmi, Oshun, Ercole
Uso in Cristalloterapia: Coraggio, Forza di Volontà, Protezione, Denaro
Sognare l’Occhio di tigre o esserne attratti: Situazione difficile in cui serve un cambiamento coraggioso; ribellione ad uno stato di oppressione; bisogno di denaro; periodo economicamente fortunato in arrivo.

Forse non lo sapevi, ma GEA realizza
gioielli fatti a mano
con
Occhio di Tigre

Benefici dell’Occhio di Tigre sul Corpo

Essendo legata al terzo chakra, l’Occhio di Tigre aiuta nei problemi legati al fegato, alla milza, al pancreas, allo stomaco e all’intestino.
Ti consiglio però di leggere questo articolo che ho scritto a riguardo, per comprendere bene il senso della Cristalloterapia usata a livello fisico.

Benefici dell’Occhio di Tigre sulla Mente e le Emozioni

L’Occhio di Tigre è conosciuto come la pietra della volontà: è portatrice di stabilità e praticità, coraggio e tenacia. Per questo motivo si allinea perfettamente all’energia del terzo chakra.
Allevia gli stati di panico e di ansia, il che la rende adatta alle persone che cadono facilmente vittime del nervosismo, non riuscendo più a vedere le cose con la giusta lucidità.

E’  la pietra del giudizio, utile per trovare la giusta strada perchè permette di fare chiarezza nelle proprie idee e di gestire le situazioni più critiche con coraggio e senza esitazioni. Esalta lo spirito d’iniziativa ed è particolarmente indicata per le persone dispersive, incoerenti e incapaci di tradurre la volontà in azione.

L’Occhio di Tigre aiuta a non perdere la fiducia in sè stessi e a superare i momenti di difficoltà. Permette di difendersi da situazioni opprimenti e da persone che tendono a controllare ed invadere lo spazio degli altri.

Benefici dell’Occhio di Tigre sullo Spirito

Il movimento particolare della luce che riflette attraverso l’Occhio di Tigre ha sempre reso questa pietra un ottimo strumento per divinazione in quanto induce una profonda introspezione: si può scavare alla ricerca dei desideri più reconditi, sia di natura spirituale che materiale, per prenderne coscienza e perseguirli con fiducia e coraggio.

Leggende sull’Occhio di Tigre

È stata la somiglianza con l’occhio del felino a portare alla scelta del nome e all’antica credenza per cui si pensa che abbia un potere benefico sugli occhi.
I soldati romani portavano in battaglia un Occhio di Tigre sul quale erano scolpiti simboli di protezione e portafortuna.

Nel Medioevo era usato come pietra protettiva contro i sortilegi e i demoni, ed era usato anche per attrarre ricchezza.
In India veniva donata dalla madre al figlio per aiutarlo a superare tutti i rischi e i problemi giornalieri.
Tradizionalmente viene usato come amuleto contro le energie negative, ed è noto per indurre al coraggio, alla fiducia in sè stessi ed alla forza di volontà.

Purificazione e ricarica Occhio di Tigre

Per purificare l’Occhio di Tigre vi consiglio di lasciarlo appoggiato su del sale grosso per un giorno, oppure di metterlo a contatto con la Terra per scaricare tutte le vibrazioni accumulate e riequilibrarsi.
In alternativa potete risciacquarlo sotto acqua corrente mentre ne visualizzate la liberazione dalle energie negative accumulate. Poi asciugatelo bene e lasciatelo uno o più giorni all’aria aperta, meglio se non esposto direttamente ai raggi solari.
Se vuoi saperne di più, leggi il mio articolo in cui spiego in modo completo tutte le fasi della purificazione e ricarica delle pietre.

[Torna al menù di Cristalloterapia]

Magia della Terra non usa nessun social
pertanto se vuoi restare aggiornata/o sulle attività

I commenti sono chiusi.