Il Mago

Il Mago

Mago

Un Mago cammina sempre
sulla sottile linea
che divide
l’Ordine dal Caos

Il Mago è un essere sovrumano
paragonabile a quello che in gergo comune
si definirebbe “un dio”.

Un Mago in effetti può tutto:
Tutto ciò che veramente Vuole.

Il Mago ha oltrepassato il limite della Dualità:
il suo è il punto di vista di Dio.

Quasi nessuno può dire con certezza assoluta
se esistono ancora Maghi sulla Terra,
ma nessuno può nemmeno escluderlo a priori
poichè essi si confondono tra la gente comune
facendo perdere le loro tracce.

A questi individui si potrebbero attribuire molte e mirabili Virtù
ma di fatto un Mago è colui che continuamente forgia
il Destino del suo Mondo.

Egli può utilizzare molti Strumenti e Rituali
oppure può non utilizzarne alcuno
poichè Lui è il Centro
e in Lui giacciono tutti i Poteri immaginabili.

Come si diventa Maghi?

Scendendo costantemente
nelle profondità della propria Coscienza
poichè Essa contiene l’unica vera Chiave.

Questo vuol dire scovare ed abbandonare
tutte le proprie illusioni, paure e speranze
in modo da potersi esprimere sempre più liberamente.

Il Risveglio è segnato dallo sviluppo della Percezione
che stimola l’Istinto e l’Intuito
necessari per percepire e manipolare le cosiddette energie sottili
al fine di manipolare la propria Realtà.

Infine, un Mago Vive unicamente nel Presente.
Per questo motivo Vive senza Tempo.

Etimologia impossibile

Questo modo di fare etimologia non ha alcun senso canonico,
eppure ha il suo senso Simbolico.

In giapponese i termini MA e GO indicano rispettivamente:
uno spazio vuoto tra due Elementi
e un gioco per due Giocatori.

I commenti sono chiusi.