Festività Pagane

Festività Pagane

Origine del Paganesimo

Festività paganeLe festività pagane prendono il loro nome dalla parola “pagano” che deriva da “paganus” ossia “abitatore di un pagus”.
Un pagus è semplicemente un villaggio: il cosiddetto “pagano” era un agricoltore che viveva in campagna, aldifuori dalle grandi città.

Come mai allora il significato è diventato sinonimo di “demoniaco”?
Grazie alla nuova e dirompente religione monoteista che ha dovuto demonizzare le divintà venerate fin dall’alba dei tempi (legate alla Natura ed i suoi cicli) per innestare con la forza il proprio “Dio unico”.
I pagani sono quindi rimasti tali in quanto lontani dai meccanismi di potere delle grandi città e hanno continuato i loro culti, finendo spesso sulla forca.

Chiarito ciò, per “paganesimo” si intendono le religioni greco-romane e quella celtica, che basavano i propri culti sugli Elementi naturali e la ciclicità delle stagioni.
 Dobbiamo ricordare che nella Roma Imperiale convivevano tantissime religioni diverse e che talvolta si fondevano tra loro. Inoltre nell’antica Roma si festeggiava per circa 180 giorni all’anno, il che rende impossibile fare un elenco completo di tali festività.

I giorni della settimana nelle festività pagane

Chiudendo il capitolo etimologico, vediamo dunque come le festività cristiane derivino appunto da festività pagane ben più antiche e radicate, che hanno soppiantato (con la forza) gli antichi culti.
Innanzitutto una curiosità a cui scommetto pochi fanno caso, è proprio riguardo l’origine astrologica dei nomi dei giorni della settimana, che in tutte le lingue si riferiscono ai 7 pianeti principali del sistema solare esoterico e quindi alle relative divinità planetarie:

Lunedì – Il giorno della Luna
Monday – da Moon, la Luna

Martedì – Il giorno di Marte
Tuesday – da Tiwes o Tiwaz, dio norreno dei cieli e della giustizia

Mercoledì – Il giorno di Mercurio
Wednesday – da Wodan, ossia il nordico Odhin. Odino è colui che dona l’alfabeto runico agli uomini.

Giovedì – Il giorno di Giove
Thursday – da Thor, dio norreno del fulmine e della prosperità

Venerdì – Il giorno di Venere
Friday – da Frigga o Freya, dea Vanir della bellezza, della ricchezza e della sensualità

Sabato – dal latino Dies Saturni o Sabbata, il giorno di Saturno.
Il nome richiama anche “Shabbat“, la festa del riposo ebraica.
E’ curioso notare anche il richiamo al famoso “anno sabbatico” alla fine delle scuole: un periodo di riposo senza studiare nè lavorare)
Saturday – da Saturn, appunto Saturno

Domenica – dal latino Dies Solis, trasformato dal cristianesimo in Dies Domini, il “giorno del Signore” era in orginine il “giorno del Sole”, adorato come divinità principale in tutte le religioni e i culti del mondo.
Troviamo infatti le maggiori fonti nella festa celtica di Yule, solstizio invernale in cui il vecchio Sole muore e 3 giorni dopo rinasce…vi ricorda qualcosa?
Sunday – da Sun-day, il giorno del Sole, mantenuto invariato in tutte le lingue di origine germanica (Sonntag in tedesco, Sondag in norvegese e svedese, Sunnuntai in finlandese, Zondag in olandese, ecc.)

Calendario Festività Pagane

Passiamo ora alle festività pagane vere e proprie, i cui Sabba principali sono già stati elencati nella pagina dedicata alle Festività Celtiche. Come abbiamo detto, quasi tutte le attuali festività cristiane sono sovrapposizioni a culti precedenti, ma vediamo le principali:

LUPERCALIA – Il nostro odierno Carnevale

PASQUA – L’antica festa dell’Equinozio di Primavera

OGNISSANTI – La festa dei morti

NATALE – La nascita del Dio-Sole

Altre tradizioni di origine pagana in Italia

I GIORNI DELLA MERLA

LA BEFANA

LA GIUBIANA

LA NOTTE DI SAN GIOVANNI

IL CULTO DI ISIDE IN ITALIA

I commenti sono chiusi.