Aspettare

Aspettare

Vi siete mai chiesti dove state andando?

Domanda forse banale, eppure pochi se la fanno.
Tutti che corrono, vanno avanti, poi tornano indietro,
cambiano direzione e poi a tutta birra ancora avanti…
Ma verso dove?

L’Inverno ci ricorda di fermarci…e aspettare.
Che cosa?
Chi lo sa! Se mai aspettate, cosa mai può arrivare?

“Devi andare a prenderti ciò che vuoi!”
dice qualche guru filo-americano
a qualche macho da discoteca.
Ed è vero: vai e prendi ciò che vuoi dalla vita.

Però impara anche ad aspettare:
niente è una regola fissa applicabile a tutto
se non respirare.
Del resto, se non respiri muori, si sa.

E allora respira.
E mentre respiri osserva…e osservati.

Come stai?
Cosa senti?
Cosa ti manca?
Chi ti manca?

Vai e prendi. Oppure aspetta.
Di nuovo, che cosa?

Non te lo posso dire io:
ognuno aspetta qualcosa di diverso,
e ognuno deve imparare a sviluppare la pazienza del contadino,
che semina a Febbraio per raccogliere ad Agosto.
E nonostante ciò, a volte il raccolto è perduto.

Aspettare non piace a nessuno:
vorremmo tutto subito, e quando non possiamo averlo
subentra un senso di frustrazione, di impotenza.

Ma è nella silente e paziente attesa
che si sviluppa la vera Forza.

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono chiusi.